Mostra bibliografica "Si faccia un articolo di fondo

Biblioteca Statale di Cremona Via Ugolani Dati 4 26100 Cremona Italy
May 12th, 2018 - February 28th, 2019

Loading
Loading Map

Related Info

 
For the entire Fascist period, "Il Regime Fascista" was the only newspaper published in Cremona. Although it aspired to have a breath and a national spread, it remained, in essence, the organ of Cremonese fascism and constituted, above all, the propaganda tool of its father-owner, Roberto Farinacci. Through his newspaper, the Ras Cremonese acted unscrupulously to consolidate his consent, to defend the positions of his political party, to defend himself against the many charges that were raised, but also to criticize the work of the same fascist government.

The exhibition (curators Stefano Campagnolo, Francesco Cignoni e Raffaella Barbierato) intends to propose a journey through the history of the newspaper by presenting some significant pages, but above all by reconstructing the unprecedented relationships between the director and his editorial staff. 

Il Regime Fascista fu, per quasi tutto il Ventennio fascista, l’unico quotidiano pubblicato a Cremona. Per quanto aspirasse ad avere un respiro e una diffusione nazionale, esso rimase, in buona sostanza, l’organo del fascismo cremonese e costituì, soprattutto, lo strumento di propaganda del suo padre-padrone, Roberto Farinacci. Attraverso il suo giornale il ras cremonese agì senza scrupoli per consolidare il proprio consenso, per difendere le posizioni della sua parte politica, per difendersi dalle tante accuse che gli venivano mosse, ma anche per criticare l’operato dello stesso governo fascista.

La mostra (a cura di Stefano Campagnolo, Francesco Cignoni e Raffaella Barbierato)  intende proporre un percorso nella storia del giornale presentandone alcune pagine significative, ma soprattutto ricostruendo gli inediti rapporti tra il direttore e la propria redazione. Il processo di stesura di numerosi articoli di fondo viene documentato mediante la presentazione degli abbozzi che Farinacci sottoponeva ai propri redattori e il loro confronto con la versione definitiva. Viene inoltre ricostruito, con materiale fotografico e bibliografico, il rapporto privilegiato che Farinacci e il suo giornale costruirono con la Germania nazista; legame che ebbe come triste conseguenza l’adesione incondizionata de Il Regime fascista a quel razzismo antisemita gravido di nefaste conseguenze per l’intero Paese ma anche per la stessa redazione del quotidiano. 

Proposed Itinerary

(Total: 0 Hrs)

Museo Civico Ala Ponzone Cremona: mostra di pittura "Il regime dell'arte"
Hrs

1 visitor has been on this event

Have you been there as well?

Let us know: Yes, I have or share your story with others